info@concorsounavoceperilsud.it

F.A.Q

COME SCEGLIERE IL LOOK E I VESTITI GIUSTI

Anche l’aspetto estetico ha un suo peso. Non è necessario essere modelle o modelli per apparire adeguati e a proprio agio. Bastano alcuni piccoli accorgimenti. Un look inadeguato può renderti insicuro e non farti apparire al meglio davanti algi esaminatori.

Come vestirsi, come truccarsi, come scegliere il proprio look per un’audizione può modificare positivamente il primo impatto della giuria e modificare altrettanto positivamente il tuo atteggiamento e stato d’animo.

Un paio di tacchi troppo alti ai quali non si è abituati, un vestito scomodo, indossare qualcosa che non si indosserebbe mai in un’ altra circostanza. A un’audizione, a maggior ragione, bisogna essere sé stessi e sentirsi a proprio agio, anche negli abiti che si indossano, nell’acconciatura, nel trucco. Non ci si presenta con l’intento di recitare una parte, ma con la volontà di far emergere meglio che si può la propria personalità.

INFORMATIVA BASI MUSICALI

La base deve essere allegata alla domanda di partecipazione in formato MP3;
Deve essere di buona oppure ottima qualità fonografica;
Il brano può prevedere testi sia in lingua italiana e/o straniera;
Il file del brano dovrà essere rinominato con il cognome e nome del concorrente seguito dal titolo del brano stesso (es.: Rossi Giovanni – Attenti al lupo).

COME AFFRONTARE PROVINI, AUDIZIONI E CASTING

Ogni provino, casting o audizione, costituisce un momento di stress emotivo e psicologico per un cantante. Non si sa bene cosa aspettarsi, come prepararsi, che canzone scegliere, come presentarsi. L’esperienza è la migliore scuola, sempre, ma per chi è alle prime armi e si trova ad affrontare le prime sfide, avere un’idea più precisa di cosa fare e come proporsi può fare la differenza. Ecco come arrivare alla prova preparati, sicuri, professionali e con un atteggiamento vincente.

QUALE ACCOMPAGNAMENTO MUSICALE SCEGLIERE

Presentarsi preparati ad un’audizione include sapere il tipo di accompagnamento richiesto ed in che modo organizzarsi in merito. Non bisogna dare per scontato nulla ad un provino e l’accompagnamento non è un dettaglio irrilevante.

L’accompagnamento musicale ad un’audizione può consistere in basi pre-registrate, musicisti dal vivo o può addirittura non essere previsto alcun accompagnamento. In ogni caso è necessario prestare particolare cura all’accompagnamento in quanto può agevolare o meno l’esibizione. Se si utilizzano delle basi preregistrate, ad esempio, bisognerebbe sapere come devono “suonare”e correggerle se necessario nella tonalità e nella stesura.

Se l’accompagnamento musicale è scarso può essere un ostacolo alla performance, nel caso in cui l’accompagnamento non sia previsto invece bisogna essere preparati all’evenienza e riuscire a rendere contando solo sulla propria voce.

COME SCEGLIERE LE CANZONI GIUSTE

La scelta dei brani che si eseguiranno ad un’audizione è fondamentale. Gioca un ruolo molto importante e può penalizzare o esaltare le qualità di un cantante più di ogni altro aspetto. Bisogna valutare attentamente non solo i proprio gusti, ma anche l’esigenza di quel determinato provino.

Il gusto personale di un interprete può essere relativo nella scelta delle canzoni. Quello che bisogna tenere in considerazione è soprattutto la tipologia di spettacolo per cui si fa l’audizione oltre alle proprie caratteristiche vocali. È bene essere versatili, non accanirsi su un determinato genere musicale anche se è quello che preferiamo, bisogna soddisfare in primo luogo le esigenze di chi organizza il casting. Un bravo cantante può cantare qualsiasi brano di qualsiasi genere purché mantenga spiccata la propria personalità.

Nel momento in cui manca questo tipo di “apertura” mentale, mancano i presupposti per partecipare ad un’audizione. Bisogna sempre tenere a mente che, durante un provino, non si è nella posizione di poter dettare legge, è meglio assecondare chi si trova nella posizione di potere ossia coloro che potrebbero sceglierti o scartarti.

APPARIRE SICURI E COMBATTERE LA PAURA E L’ANSIA

L’ atteggiamento giusto è un atteggiamento sicuro, anche se si è nervosi e agitati si può e si deve dare una sensazione di sicurezza e di autocontrollo. Anche se sei in preda a un grande nervosismo puoi dare un’impressione di sicurezza.

L’autocontrollo si impara, soprattutto con l’esperienza, ma anche se il nervosismo e l’ansia ci attanagliano davanti ai nostri esaminatori, possiamo apparire tranquilli e sicuri. Alcuni trucchi, consigli ed accorgimenti che riguardano la postura, l’atteggiamento, il linguaggio verbale e quello del corpo per dare una sensazione di professionalità nonostante lo stress.

Quando un esaminatore ha davanti il candidato ha bisogno di sapere che quest’ultimo è pronto ad un’esibizione dal vivo, a stare davanti ad una telecamera in televisione, ha bisogno di sapere che saprà gestire il ruolo per cui dovrebbe essere scelto. Nessuno assumerebbe o sceglierebbe un candidato che si fa prendere dal panico.

TELECAMERA, MICROFONO, CUFFIE

Gli “accessori” che abbiamo a disposizione durante un’audizione sono diversi. Ognuno ha uno scopo specifico e bisogna sapere come usarlo a proprio vantaggio.

Telecamere, microfono, cuffie, monitor di palco…non bisogna lasciarsi intimorire o farsi cogliere impreparati di fronte all’”equipaggiamento” presente ad un’audizione. Anche se non si è mai usato nessuno di questi strumenti si può capire come utilizzarli a nostro favore e con l’unico scopo di fare “bella figura”.

Ci si può sentire ancor più a disagio se ci si trova a dover interagire o utilizzare strumenti che ci sono estranei, ma se si conosce la loro funzione e si seguono alcuni consigli possono diventare un ulteriore elemento di vantaggio.